Posts Tagged ‘Vita’

Come un bambino

5 ottobre 2008

…poter toccare tutto cio’ che mi pare, sporcarmi, cadere, rialzarmi, sbagliare, vivere

Annunci

La moto del tempo delle mele

14 settembre 2008

Voglio assolutamente la moto che ha Mathieu (Il fidanzatino di Vic) ne “Il tempo delle mele“…è troppo bella…
Qualcuno conosce di che modello si tratta?

Il tempo delle mele

Momento crepuscolare

5 settembre 2008

Affondo la mia tristezza infilandomi un paio di piccole cuffiette che diffondono Ágætis byrjun dei Sigur Rós

Ragazzo, ma come vivi??

27 agosto 2008

Daaaaiiii!

Una volta le zanzare si accontentavano…

6 agosto 2008

…arrivavano, ti pungevano una, massimo due volte e poi volavano via, alla ricerca di nuove vittime…
Adesso sembrano uscite dalla suola di Hokuto, non se ne vanno fino a quando non ti hanno ricoperto di punture dalla testa ai piedi 😦

Respiriamo!

5 agosto 2008

“Imparai a perdermi nella respirazione con tanto abbandono che talvolta avevo la sensazione di non essere io a respirare ma – per quanto possa suonare strano – di essere respirato.”

Eugen Herrigel, Lo Zen e il tiro con l’arco

Indeciso…

17 luglio 2008

…tra vivere e conservarmi…

Candid camera?

13 giugno 2008

Ho acquistato un deumidificatore; tra le innumerevoli avvertenze d’uso ce n’è una interessante: non usare in ambiente umidi… 😦

Firefox ha qualche tab aperta…

12 giugno 2008

Forse non dovrei lamentarmi se il mio PC ogni tanto è un po’ lento…

Finestra Firefox

Meg, MI AMI festival

7 giugno 2008

Ieri sera al MI AMI Meg è stata strepitosa, eravamo in estasi: la sua voce, quel suo modo di stare sul palco, i musicisti…tutto era perfetto; se non l’avete ancora fatto ascoltatevi dal suo space qualche brano dell’ultimo album e andatela a vedere da vivo se potete, ne vale la pena.

Meg

Update 08/06/2008: Non riesco a smettere di ascoltare Promises, aiuto..

I concerti di oggi

12 maggio 2008

Mi capita spesso di chiedermi se i concerti siano ancora un momento in cui ascoltare musicisti che suonano dal vivo oppure se sono semplicemente un pretesto per far serata, sapendo che sono un punto di ritrovo per altre persone “simili” a noi.
Ne approfitto, a proposito, per commentare il concerto dei Baustelle a cui ho assistito un po’ di tempo fa: premesso che ho amato molto il gruppo, che il primo album mi aveva fatto impazzire e che poi secondo me hanno avuto una parabola discendente, devo dire che comunque Amen qualche chicca ce l’ha, ad esempio Alfredo (ma anche Charlie fa surf, nonostante sia un pezzo un po’ furbetto…)…ma il concerto e’ stato deludente, errori grossolani quasi degni di un gruppetto che fa le prove in cantina 😦

Parole

20 aprile 2008

Vi amo, starei ore ed ore a parlare di nulla solo per ascoltare il vostro suono e giocare con voi.

“Life is very short,….

13 aprile 2008

…and there’s no time, for fussing and fighting, my friend”

(We Can Work It Out, The Beatles)

Comprare un CD

22 marzo 2008

Oggi ho acquistato un CD, da tanto tempo non lo facevo…forse un anno o due…ormai mi rifornisco quasi esclusivamente su iTunes, ultimamente bazzico molto anche nei dintorni di last.fm per intrattenermi musicalmente…

Amo la musica digitale però deve essere sincero…scartare un CD nuovo di pacca, inserirlo nel lettore e leggersi il libretto mi ha emozionato…aprire un file non riesce ancora a fare altrettanto 🙂

Per la cronaca si tratta di Studentessi di Elio e le storie tese, e in questo momento sta girando nel mio impianto hi-fi (a proposito, ma quanto è bello sentire la musica ad una qualità decente?…Maledette cassettine del PC! 🙂 )

Ah dimenticavo…su last.fm c’è un gruppo che si chiama I Still Buy CDs…non è fantastico?

Mostra di Richard Avedon, belle sensazioni

9 marzo 2008

E’ stato uno dei più grandi fotografi del mondo; alcune sue opere sono in mostra a Milano fino all’8 giugno presso il centro internazionale di fotografia Forma.

I suoi ritratti in bianco e nero tolgono il fiato, sono rimasto in contemplazione davanti ai volti dei Beatles, di Marilyn Monroe, di Igor Stravinsky…ho provato delle belle sensazioni. La mostra come avrete capito è consigliatissima.

Per chi vuol saperne di più sull’artista: la pagina di Wikipedia italiana, quella inglese (più completa) e il sito Web ufficiale.